Calcolo_canone - Case delle Fate

Case delle Fate
Case delle Fate
Vai ai contenuti
Calcolo del canone negli affitti concordati
contratto-concordato-definitivo
1° fase: individuazione delle fasce di canone concordato   Tabella delle percentuali di variazione
Lire
/mese
/mq
fascia inferiore fascia media fascia superiore Variazione delle fasce di canone
minimo massimo minimo massimo minimo massimo 4 anni di durata del contratto
5 anni di durata del contratto
Euro
/mese
/mq
fascia inferiore fascia media fascia superiore 6 anni o più di durata del contratto
minimo massimo minimo massimo minimo massimo immobili vincolati o inclusi nelle categorie A/1, A/8 o A/9
immobili arredati efficientemente e con elettrodomestici
Durata del contratto in anni
alloggio inserito in tipologia a villino
Immobile vincolato o incluso nelle categorie A/1, A/8 o A/9?
aumento fascia superiore per immobile di pregio
Immobile completamente arredato con mobilio efficiente e non degradato e con elettrodomestici funzionanti?
limitazione fascia minima per assenza di servizi ig. e fogne
  Variazione della superficie
Percentuale di rivalutazione ISTAT, dal mese successivo l'Accordo territoriale al mese precedente la locazione tolleranza in più o in meno
  autorimesse singole
Fasce definitive del canone concordato posto auto in autorimesse di uso comune
Euro
/mese
/mq
fascia inferiore fascia media fascia superiore balconi, terrazze, cantine e simili
minimo massimo minimo massimo minimo massimo superficie scoperta di pertinenza in godimento esclusivo
superficie condominiale a verde
altezza inferiore a m. 1,70
  superficie interna inferiore a mq 46 (max mq 50,6)
superficie interna tra mq 46 e 70 (max mq 70)
2° fase: determinazione della fascia di canone di appartenenza
autorimessa singola
  impianto di condizionamento
cortile d'uso comune, storico o attrezzato a verde
impianto sportivo di pertinenza
cantina
doppi servizi
sottotetto o soffitta
allacciamento alla rete del gas
terrazza o balcone (non cumulabile con piano attico)
porta blindata (non cumulabile con sistema di sicurezza o di allarme)
appartamento sito in immobile con meno di 3 unità a piano
doppi vetri
impianto di acqua corrente, per il Centro storico anche imp.to a caduta
posto auto coperto in autorimessa comune
impianto di riscaldamento
giardino ad uso esclusivo con supericie di almeno mq 80
ascensore (per le unità oltre il 2° piano fuori terra)
stabile ultimato o completamente ristrutturato negli ultimi 10 anni
area verde di pertinenza
sistema di sicurezza o di allarme (non cumulabile con porta blindata)
posto auto scoperto
piano attico (non cumulabile con terrazza o balcone)
ulteriore posto auto, oltre il primo
appartamento con superficie superiore a mq 120
tipologia a villa
altezza dei soffitti superiore a mq 3,50
doppio ingresso
tripli servizi
alloggio inserito in tipologia a villino (edificio indipendente, di non oltre 2 piani e con max 4 unità immobiliari)?
piscina
  alloggio in Centro storico?
mancato allaccio alla rete fognaria?
servizi igienici esterni all'abitazione?
Fascia di appartenenza                
minimo massimo                
               
Fascia di appartenenza rivalutata                
minimo massimo                
               
3° fase: quantificazione della superficie in mq dell'immobile                
Superficie calpestabile                
Superficie autorimesse singole                
Superficie posto auto in autorimesse di uso comune                
Superficie balconi, terrazze, cantine e simili                
Superficie scoperta di pertinenza in godimento esclusivo                
Superficie condominiale a verde                
               
Superficie dei vani con altezza inferiore a m. 1,70                
Superficie calcolata                
  Superficie in mq meno tolleranza più tolleranza                
               
4° fase: calcolo del canone concordato applicabile (al lordo ed al netto delle imposte) e confronto con il canone libero
Canone concordato mensile   Canone concordato mensile al netto della cedolare secca
  minimo massimo   minimo massimo
minimo meno tolleranza       minimo meno tolleranza  
minimo più tolleranza       minimo più tolleranza
massimo meno tolleranza       massimo meno tolleranza
massimo più tolleranza       massimo più tolleranza
Risultato finale: miglior canone concordato mensile per che affitta al lorde delle imposte al netto della
cedolare secca
 
Confronto di convenienza tra il canone concordato ed il canone libero applicando la cedolare secca del 10% (per il canone concordato) e del 21% (per il canone libero)
Canone concordato massimo
Canone massimo con tolleranza Per avere un vantaggio finanziario con la cedolare secca, chi affitta dovrebbe chiedere un canone libero maggiore dei seguenti importi:
Risultato finale: miglior canone concordato mensile per chi prende in affitto
Canone concordato minimo mensile per il canone concordato massimo
Canone concordato minimo mensile con tolleranza per il canone concordato massimo con tolleranza
Via Ghiglieri 17
P.I. 01457090098
Tel. (019) 68.98.357
info@casedellefate.it
Creato da Claudio Gravano
Case delle Fate
Indirizzo agenzia
Email agenzia
Telefono agenzia
Tel. (019) 68.98.357
info@casedellefate.it
Torna ai contenuti